La filanda - Museo Valdimagnino

Vai ai contenuti

Menu principale:

La filanda

Il Museo

LE FILANDE
Con l'allevamento intensivo del baco da seta diffusosi in tutte le regioni, sorse la necessità di avere strutture atte alla lavorazione del baco per ricavare un prodotto pregiato: il filo di seta.
Anche il valle Imagna sorsero filande, a Strozza ne fu realizzata una in prossimità del torrente Pissarola sovrastante il ponte che lo attraversa e da dove diparte la strada che raggiunge Cà Campo. Questo edificio, riadattato, ospita attualmente un laboratorio di falegnameria.
Erano particolari strutture industriali, di nuova concezione: erano costituite da ampi edifici che si sviluppavano in lunghezza con la copertura a capriate in legno e metallo. All'interno, erano sistemate le apparecchiature dove le filandine ricavavano il prezioso filo di seta. Adiacente vi era il locale caldaia per il riscaldo dell'acqua necessaria per alimentare le vaschette dove venivano immersi i bachi da seta.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu